La mia Parigi…ed un anello.

Sountrack by The Don LaRue Combo

Lei, la Tour Eiffel

Un viaggio a Parigi. Il mio primo viaggio a Parigi. Finalmente. Tre giorni intensi e pieni, nati dal desiderio di starcene un pò per conto nostro. Ed a zonzo è sempre meglio. Un viaggio a due, come nel più romantico dei pensieri. Giorni di scorci che avevo solo immaginato, di passeggiate e momenti di relax lungo la Senna, di quadri sognanti ma assolutamente reali, di viuzze da cui farsi guidare, di ristorantini e pasticcerie da scoprire, anche per caso, di Escargot aux raisins e pain au chocolat. E poi succede proprio quello che non hai assolutamente previsto. Che ti emoziona fino alle lacrime, perchè la felicità va vissuta fino in fondo, respirata ed assaporata, esattamente come è successo nel momento in cui ho ricevuto la Proposta. Insieme ad un anello, secondo il più tradizionale ed emozionante dei protocolli. Dunque, mi sposo! Si. Ci sposiamo. Accidenti. E’ successo davvero. In un giorno di maggio a Parigi.

Una volta a casa ho ripensato più volte a quei giorni.  Il mio anello li pronto a ricordarmeli (!). E mi è nato il desiderio di tracciare una sorta di lista, assolutamente incompleta, dei luoghi mangerecci in cui ci è capitato di imbatterci, per caso, perchè segnalati da una guida o perchè ci erano stati consigliati e che in ogni caso ci hanno soddisfatto e fatto passare momenti goderecci. Quasi tutti sono stati “testati” solo una volta, quindi non hanno certo la pretesa di essere perfetti. Ma sono luoghi che ci hanno dato un’impressione generale ottima, tanto da portarci a consigliarne una mangiata, a fare un proprio sopralluogo personale per smentire o confermare la nostra personale idea. Di quel Giorno (della Proposta!) ricordo i macarons comprati da Hermé e mangiati sul prato con di fronte la Tour Eiffel e la cena con un’ottima terrina di Foie gras in un ristorantino nella zona dell’Opéra. E poi i fiori, tanti fiori nel mercato vicino alla Sainte Chapelle.

Macarons e Tour Eiffel

E comunque, qui lo dichiaro, rimane la promessa di ampliare l’elenco nei prossimi viaggi a Parigi. Perchè io ci voglio tornare, ci torneremo, appena possibile. Per scoprire nuovi scorci e nuovi luoghi. O semplicemente per sederci in riva alla Senna con i piedi a penzoloni o in una della tante sedie ai Giardini di Lussemburgo. Per rilassarci e chiaccherare. Per godere di quella dolce sensazione che chiamano felicità.

RISTORANTI

Pas vu pas pris
4 rue Saulnier, 75009 Paris
www.pvpp.fr

Fois gras

La rose de France
24 Place Dauphine, 75001 Paris
www.larosedefrance.com

Le coupe-chou
9 & 11 rue de Lanneau, 75005 Paris
www.lecoupechou.com

 

PASTICCERIE

Pierre Hermé
www.pierreherme.com

Macarons di Hermé

Angelina
www.angelina-paris.fr

Angelina

BOULANGERIE

Paul
www.paul.fr

Poilane
www.poilane.com

Poilane

UN BUON PANINO

Eric Kayser
www.maison-kayser.com

Eric kayser

UN BUON GELATO

Berthillon
www.berthillon.fr

Berthillon

Tags:

4 Comments

Leave a Comment