Io Foodie&Geek…alla FGD, tappa milanese!

Le lavagnette della FGD

Partiamo dal concetto che esistono persone con cui interagisco quasi quotidianamente sul web, attraverso un post, un tweet, un pin, un Mi Piace, un commento, un’e-mail, un messaggio. Scambi veloci ma continui, da cui nascono spunti interessanti su tutto ciò che riguarda il mondo del food. Un mondo che soprattutto negli ultimi anni mi circonda, mi ispira, mi rende felice e mi riempie di curiosità. E’ così che ho “conosciuto” Mariachiara e Francesca; solari e preparate lavorano e vivono a Torino, geek dentro e fuori, foodie fino al midollo. Sono loro le artefici della Foodie Geek Dinner (FGD), una cena itinerante (la prima edizione si è svolta a Torino il 23 novembre 2012) in cui gli appassionati di food che si incontrano sul web possono conoscersi di persona, parlarsi e vedersi dal vivo. Questa l’idea di base. Che mi è decisamente piaciuta.

La mia FGD è cominciata con una caramella a forma di pesce, questa infatti l’immagine associata al dolce che ho proposto per la serata e che grazie a 104 Mi Piace sulla bacheca Facebook dell’evento (104 grazie a tutti, uno per uno) è rientrato tra i 10 dolci più votati. Da qui ecco aperta la strada per partecipare a pieno diritto all’evento, insieme a tutti i foodie invitati. Felicità alle stelle. Anche perchè il mio dolce è poi stato scelto come dolce della serata. E vi anticipo che la mia “Trousse di trucchi così bella che me la mangio” ha fatto incetta di complimenti, sorrisi e  meraviglia!

pesce rosso

Luogo eletto per la serata il bistrot dello spazio espositivo dell’Hangar Bicocca a Milano, il Dopolavoro Bicocca, decorato a festa per la ghiotta occasione, con tavoli lussureggianti di caramelle gommose Haribo, le stesse riportate sui badge di Tucano da portare al collo con tanto di nome come aiuto per “riconoscersi”! Questo il regno dello chef Paolo Casanova che ha raccolto la sfida di interpretare i piatti proposti dai partecipanti, e votati a suon di Mi Piace dal popolo della rete, seguendo il tema del CIBO IMMAGINATO. Ossia quel cibo che nasce nella fantasia, che non esiste in quella forma/colore e che si vorrebbe tanto poter mangiare, almeno una volta.

8536023085_7f57129846_b-2

8537130164_32bc9c28a0_h-2

IMG_9843

Un menù che è andato prendendo forma durante la serata, portata dopo portata lasciandomi affascinata ed appagata. Perchè si sa, noi foodie siamo esigenti! E quindi il via con l’aperitivo, cocktail a base di vodka e succo d’Uva di Cascina Belmonte, prosciutto cotto di Lenti e caprese di Philadelphia. Al tavolo ecco poi arrivare il primo piatto ideato dallo chef “Passeggiare Lenti sulla Senna“, una crepes con ripieno di prosciutto cotto, uovo e Gruviera, uno street-chic food tutto da gustare (qui la ricetta, per i curiosi).

Prosciutto cotto Lenti&Lode

Passeggiare Lenti sulla Senna

E poi eccoli, i piatti ideati dalle menti fantasiose dei foodie, con cui Paolo Casanova si è cimentato (e divertito!) riuscendo a trovare quella chiave di lettura per rendere reale ciò che era solo stato immaginato!

Infine eccolo, il mio dolce. Una trousse di trucchi reale, ma tutta da mangiare. Quei trucchi con cui ho giocato da bambina e che da grande mi aiutano a sentirmi femminile, per una sera me li posso gustare. La mia anima di Miss Foodie&Geek è appagata, completamente, grazie al rossetto alla crema di nocciole, l’acqua spray profumata di rose, il dentifricio alla coulisse di pesca e piumino-cipria di pan di spagna! Oltre la mia immaginazione caro il mio chef veneto, ciò, non c’è che dire!

Il mio dolce per la FGD!

 

La serata è stata ricca di ottimo cibo, di quel tocco che serve di pazzia, di foto, di volti finalmente diventati reali, di sorrisi. Il rammarico è di non aver potuto conoscere tutti, in una serata così molta l’attenzione rivolta all’aspetto social-tecnologico e poi la timidizza è sempre un pò in agguato per chi come me vive il food come una passione ritagliata nel tempo libero e non come lavoro. Ma ci saranno altre occasioni all’orizzonte, per mettersi alla prova, per lasciarsi andare e per condividere passioni ed interessi con maggiore sicurezza e tranquillità.

E per continuare nel clima della serata una volta a casa ecco a disposizione i prodotti del Foodie Geek Kit, per la serie che la foodie accoppiata Mariachiara e Francesca non ha tralasciato proprio nulla. Neppure il post FGD. E quindi ecco per ciascuno una borsa piena di regali foodie offerti da 1Caffè, Tucano, Tocandò, Tag Your T-Shirt, Sale&Pepe, Philadelphia, Haribo, Garofalo, Saiwa, d’Uva e Acquerello. Preso tutto e tutto gradito!

Foodie Geek Kit

Qualche ringraziamento, ma si, ci sta:

  • a Leonardo e Lina di Tucano per alcune delle foto che compaiono in questo post, oltre che per le chiacchere al tavolo degli Orsetti! 😉
  • a Ilaria, stupendo il tuo “ma tu sei Sabrina?! Io sono Ilaria!”, poche chiacchere ma la voglia di rivedersi presto per…parlare, parlare!
  •  a Mariachiara e Francesca (ma ci vogliamo aggiungere anche i rispettivi boys Fabrizio e Andrea?! Ma si!)…ci si rivede a Torino! E tenete a portata di mano il cappello, voglio la foto! 😉
Tags:

2 Comments

  • Not Only Sugar ha detto:

    Bellissimo questo evento.. spero proprio di poter partecipare nelle prossime edizioni.. intanto le tue foto mi hanno fatto sognare!!!

    Not Only Sugar

    • Sabrina ha detto:

      Grazie! 😉 Che dire, un sogno reale. Lo chef è stato davvero bravo ad interpretare i piatti, che oltre ad aver stupito erano davvero di ottimo livello.
      A presto!

Leave a Comment